Quando e come effettuare la pulizia della canna fumaria?

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Quando e come effettuare la pulizia della canna fumaria?

La pulizia della canna fumaria di un camino o di una stufa a pellet è necessaria almeno una volta all’anno; per utilizzi più frequenti aumenterà il bisogno di pulizie annuali.

Ogni tipologia di impianto possiede le sue tempistiche e le sue modalità di pulizia, per esempio gli impianti a legna con una potenza inferiore ai 18 KW e gli impianti di riscaldamento a gas necessitano di un controllo manuale o di un intervento con scadenza annuale; gli impianti con combustione liquida invece circa 2 volte all’anno ed infine gli impianti a combustione solida 3 volte all’anno. 

Perchè pulirla così tanto?

Pulire il camino e la canna fumaria diminuisce il rischio di incendio della fuliggine e previene eventuali danni all’impianto, consentendo al camino un ottimale tiraggio e di conseguenza un buon rendimento termico. 

In caso di autonomia nel pulire la canna fumaria, è necessario attendere che il camino sia totalmente freddo ed utilizzare un kit di spazzole apposite. Ricordiamoci che il materiale da cui è costituita la vostra canna fumaria è di fondamentale importanza per la scelta di spazzola da utilizzare: se ad esempio possediamo una canna fumaria in muratura, sarà necessario procedere con una spazzola d’acciaio, in modo tale da arrivare a togliere anche lo sporco più ostinato.

Di norma la pulizia non deve trascurare nessuna parte del camino, tra braciere, canna fumaria e cappa. 

Un’altra possibilità degli ultimi tempi per quanto riguarda il camino a legna, consiste in una videoispezione della propria canna fumaria, effettuata da professionisti che inseriscono una piccola telecamera dentro l’impianto, per controllare la presenza di eventuali incrostazioni, sfondamenti oppure otturazioni. Dopo aver visionato il filmato, si procede al risanamento dei danni. 

Il controllo annuale scarico fumi, è necessario per tutti gli impianti di riscaldamento alimentati con combustibili solidi, liquidi o gassosi. Esso consiste nel controllo del sistema di scarico dei fumi, che hanno propria modalità di installazione, caratteristiche di funzionamento e regole apposite.

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Iscriviti alla nostra newsletter
Per te uno sconto del 10% sul primo acquisto, valido su tutti i nostri prodotti.

10% di sconto